Turismo accessibile Ostia

Turismo accessibile Fondazione Roma Litorale

Il nostro modo di viaggiare

Turismo accessibile Fondazione Roma Litorale

Dal 1995 ad oggi Fondazione ISC Roma Litorale ha sempre organizzato soggiorni estivi per gli utenti del servizio semiresidenziale . La principale attenzione è quella di privilegiare quelle strutture alberghiere che rispondono in maggiore misura a criteri di sicurezza (assenza per quanto possibile di barriere architettoniche, almeno quelle più limitative), vicinanza ad ospedali o pronto soccorso in considerazione delle patologie dell’utenza che partecipa alla vacanza, ubicazione degli alberghi in paese o nelle immediate vicinanze (cioè raggiungibile anche a piedi).

Le attività turistiche

Le attività sono gestite da coordinatori esperti e preparati, che guidano un gruppo di professionisti, sia personale interno che esterno, con servizio H24. La bontà delle scelte effettuate fino ad oggi, ha visto i soggiorni estivi dell’Fondazione ISC Roma Litorale quali momenti di tranquillità e sicurezza, tanto che in più di dieci anni di attività nei soggiorni non si sono riscontrati avvenimenti di una certa gravità od addirittura peggiori.

La Fondazione ISC Roma Litorale opera nei soggiorni estivi nel seguente modo:

  • Quotidianamente tutti gli utenti...

    comprese le persone maggiormente compromesse sul piano motorio, seguono uno specifico iter di passeggiate, piccoli acquisti, socializzazione con la popolazione del luogo, al fine di potenziare l’aspetto relazionale e l’integrazione;

  • Presenza di personale interno che...

    conoscendo bene gli utenti relativamente a desideri e comportamenti, è in grado di offrire giorni sereni e tranquilli. Personale in grado di utilizzare le proprie conoscenze per formare al meglio l’eventuale personale esterno i cui requisiti professionali sono sempre in linea con le previsioni normative.

  • Il personale interno e/o esterno...

    condivide la stanza con l’utente/gli utenti da seguire;

  • Per gli utenti più gravi...

    presenza di due unità lavorative se non bastasse quella di un solo dipendente, salvo disponibilità risorse.

  • La durata del soggiorno...

    non è mai inferiore ai quattordici giorni, in modo tale da garantire ai ragazzi di ambientarsi e rapportarsi al meglio con le strutture e le persone.

Cos'è il turismo accessibile?

Il termine “turismo accessibile” si riferisce a un approccio al turismo che cerca di garantire che le destinazioni, le strutture turistiche e le attività siano accessibili a tutte le persone, indipendentemente dalle loro capacità fisiche, sensoriali o cognitive. L’obiettivo è rendere il turismo aperto a tutti, compresi coloro che possono avere disabilità o bisogni speciali.

Le iniziative di turismo accessibile comprendono una varietà di adattamenti e servizi che mirano a rimuovere barriere e rendere più facile per le persone con disabilità partecipare pienamente all’esperienza turistica. Ciò potrebbe includere l’accesso fisico a edifici e luoghi turistici, la fornitura di informazioni accessibili, la formazione del personale nell’assistenza a persone con esigenze speciali, e l’uso di tecnologie per migliorare l’accessibilità.

Turismo accessibile

Questo approccio è in linea con i principi di inclusione sociale e di diritti delle persone con disabilità, cercando di garantire che tutti possano godere appieno delle opportunità offerte dal turismo senza incontrare ostacoli dovuti a barriere fisiche o informative. Per turismo accessibile si intende l’insieme di servizi e strutture in grado di permettere a persone con esigenze speciali la fruizione della vacanza e del tempo libero senza ostacoli e difficoltà. Le persone con esigenze speciali possono essere gli anziani, le persone con disabilità e con esigenze dietetiche o con problemi di allergie che necessitano di particolari comodità ed agevolazioni per la pratica del viaggiare. L’accessibilità è un concetto, un’ideale cui si tende per ottenere una parità di diritti e di doveri, un’uguaglianza che consente la partecipazione dell’individuo alla vita sociale nella quale è, di fatto, soggetto. Assicurare l’accessibilità della ricettività, del trasporto e della mobilità, della ristorazione e del tempo libero si traduce nella necessità di creare un collegamento tra i vari servizi in modo da renderli realmente utilizzabili, senza discontinuità, offrendo alle persone che hanno bisogni speciali e alle loro famiglie un ampio grado di autonomia nella fruizione turistica.

La possibilità di accedere e di utilizzare le strutture è il presupposto fondamentale per permettere al potenziale cliente con bisogni speciali di prendere in considerazione un’offerta turistica: è ovvio che questa attenzione deve essere prestata a tutta la durata della vacanza e non solo a una parte. Bisogna, quindi, poter e saper proporre trasporti accessibili, strutture ricettive accessibili, ma anche proposte e programmi con itinerari accessibili. L’accessibilità include anche l’affidabilità dell’informazione sulle strutture e sui percorsi per garantire dati certi ed efficaci che consentano a ciascuna persona di valutare autonomamente il livello di rispondenza della struttura alle proprie esigenze.

Info e prenotazioni turismo accessibile ad Ostia (Roma)

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.